forex trading logo

Rollafiocco PDF Stampa E-mail
Scritto da Daniele Mencaroni   
Giovedì 13 Ottobre 2011 08:11

Il rollafiocco della S è dotato di un meccanismo a ruota libera che permette di recuperare la sagola utilizzata grazie ad un elastico. A differenza dei sistemi reperibili in commercio, la sagola non si svolge in pozzetto, funziona a circuito chiuso. Vediamo come.

Questa in foto è la sistemazione originale Alpa che prevede una sagola principale costituita da un elastico a sinistra collegato in serie con una cinghia in gomma collegata in serie ad una cimetta di rinvio in pozzetto.

Tirando la cimetta, la cinghia (per attrito) trascina il tamburo solidale alla mura del fiocco, avvolgendo la vela. Rilasciando la cima, l'elastico in tensione può recuperare cinghia e cimetta poichè il tamburo gira liberamente in senso contrario (si deve sentire il rumore del meccanismo che "scatta").

Il sistema di apertura consiste in un perno a molla che vincola/svincola il tamburo dalla mura del fiocco ed è azionato dall'elastico di recupero.

rilasciando la cimetta, l'elastico recupera tutto il possibile fino a tendere ANCHE lo stroppetto del perno, liberando così il temburo del fiocco permettendone l'apertura.

Per evitare che il fiocco si svolga automaticamente si deve strozzare la cimetta di azionamento una volta rollata la vela.

Per aprire il fiocco sarà sufficiente liberare la cimetta, a questo punto lo stroppetto verrà tirato dall'elastico e il perno di ritenuta si aprirà, permettendo l'apertura della vela.

 

Per ripristinare la cima principale di azionamento è sufficiente una scotta di 6 abbastanza ruvida, non è necessaria la cinghia trapezoidale.

Questo sistema, semplice e versatile, presenta però un problema di affidabilità poichè si affida completamente alla corretta tensione dell'elastico. Inoltre l'elastico sarà sempre e costantemente in tensione, anche quando a riposo, quindi soggetto ad usura e allungamento.

Per mantenere il sistema perfettamente efficiente si deve controllare spesso la tensione dell'elastico o, altrimenti, apportare un modifica molto semplice:

utilizzare 2 sagole separate rinviate in torretta: una ritenuta da un elastico che funziona come quella di cui sopra, per l'avvolgimento;
l'altra con la sola funzione di apertura, collegata direttamente al perno.

In questo modo la sagola di avvolgimento è sempre libera e pronta all'uso mentre l'altra, di apertura, dovrà essere strozzata durante la navigazione e liberata per avvolgere la vela.

Un ultimo consiglio: controllare attentamente che le sagole di manovra del tamburo escano ed entrino nella guida parallele al piano della puleggia altrimenti salteranno fuori dal profilo.

Se le sagole hanno un'inclinazione scorretta rinviarle sul fondo dello scafo con bozzelli o passa scotte in plastica.

Ultimo aggiornamento Giovedì 13 Ottobre 2011 08:39
 


Powered by Joomla!. Designed by: website hosting company dutch domain names Valid XHTML and CSS.